CORSO DI PILATES

l'arte del Pilates a Bologna

Il corso del Metodo Pilates è senza ombra di dubbio una delle proposte più interessanti della nostra palestra. Proponiamo tale disciplina con umiltà, ormai dal 1990, cioè da quando quasi nessuno in Italia la conosceva ancora.
Il metodo è basato sul rispetto dei principi stabiliti dallo stesso creatore di questo sistema, Joseph Ubertus Pilates; eccone alcuni:
il baricentro (scoop),
la respirazione,
la precisione.

La sinergia tra questi principi è essenziale per trasformare e rimodellare il proprio corpo, rafforzandone al contempo anche l'aspetto  salutistico.
Nella prima seduta, diceva Pilates, scoprirai una cosa nuova, già dopo una decina ti sentirai meglio, dopo e oltre 40 sentirai il tuo corpo trasformarsi; dopo alcuni mesi ti ritroverai con un corpo totalmente rinvigorito e nuovo. Il motivo del successo di questa disciplina risiede nel fatto che "funziona" veramente...basta allenarsi con regolarità e soprattutto qualità.
Io stesso ho ristabilito a 51 anni il mio assetto fisico, non certo come quando ero ventenne, è logico...ma credetemi, considerato i "regalini" da alcuni definite malattie, che la vita mi ha saputo  così generosamente elargire, sono riuscito a contrastare efficacemente questi da me definiti "elementi di disturbo" riprendendo dopo un po' di tempo le redini in mano della mia vita, assaporandone così nuovamente il gusto. Cosa costa provarci?

Intendiamoci! non è il Pilates miracoloso...qualsiasi altra disciplina è ottima se praticata bene (anche l'aerobica ed il nuoto), non è importante cosa si fa ma come lo si fa ripeteva spesso U.Pilates. Dalla mia piccola esperienza posso assicurare che, comunque il coinvolgimento mentale è un dovere sacrosanto in tutte le arti e professioni, figuriamoci i metodi d'allenamento, pena i mancati risultati tanto attesi ed il correlato e consequenziale scoramento.

La frequenza al corso è quotidiana (mattino, pomeriggio e sera). Si può optare per il bisettimanale, il quotidiano liberamente oppure per una apposita tessera a 10 entrate molto indicata per tutti coloro i quali avessero esigenze di orari diversificati.
Inoltre per chi desiderasse essere seguito a regola d'arte è disponibile il servizio privato Pilates. Il corso pubblico, comunque si svolge a numero chiuso a 5/6 persone senza prenotazione ed utilizzando sia gli atrezzi tipici ed il lavoro a corpo libero. Per i costi e le frequenze dei vari pacchetti offerti si possono visionare le pagine linkate qui sotto.

Buon allenamento e siate sempre sereni.

 

la campionessa internazionale di pallavolo Stefania Paccagnella insegnante di Pilates diplomatasi presso la nostra scuola Europilates e formata personalmente dal m° Peluso

 

Zacchini Sara, una nostra allieva dopo 3 mesi di pratica

 

Occorrente per iscriversi:

dati personali e certificato medico di buona salute anche autodichiarativo debitamente firmato.

Per informazioni: 335-8306746

 

Alessio allena una atleta sul Reformer

 

Il Matwork

Il matwork, l'anima portante di tutto il metodo Pilates.
Si tratta degli esercizi fondamentali messi a punto durante anni di sperimentazione dal suo ideatore, Joseph Hubertus Pilates.
Il Matwork è composto da 37 esercizi, codificati nella seconda metà degli anni '20 e primi '30, quando il “Pilates” si chiamava ancora “Controllogy”. Da questi esercizi scaturiscono infinite possibilità esecutive. È fondamentale padroneggiarli. Per semplificare le tecniche, J. H. Pilates, con l’aiuto di sua moglie Clara, sintetizzò gli esercizi fino a 17/18, per il semplice motivo di rendere la pratica più snella ed efficace ed al contempo eseguibile, dai "pazienti più debolii" che si rivolgevano a loro per problemi di diversa natura. Per correttezza, vi è da aggiungere che questa fase fu sviluppata solo dopo la messa a punto dei primi atrezzi da parte di J. H. Pilates; questo avvenne per dare un certo ordine sequenziale e graduale al suo metodo. La numerosa affluenza al suo centro, di ballerini professionisti ed atleti di vari sport, fece il resto.
Nella nostra palestra, è particolarmente sviluppata questa parte del Pilates; i livelli sono vari, dal semplice corpo libero al livello avanzato, in cui si sviluppano anche capacità acrobatiche, in modo graduale ed adattate alla soggetto.

 

Gli atrezzi ed i macchinari tipici del metodo

il Reformer

Il reformer per come è strutturato ricorda molto un attivatore (vogatore) abbinato ad un letto.
Infatti è senza ombra di dubbio il primo macchinario messo a punto da J.H.Pilates all'interno della atisciente struttura ospedaliera del campo di concentramento Inglese dell'isola di Man, ove fu internato durante il periodo bellico del primo conflitto mondiale. Furono proprio i letti dell'ospedale che stimolarono Pilates ad elaborare tale atrezzo. Il macchinario ha posizionato al suo interno un carrello scorrevole che attraverso una serie di molle d'acciaio, corde, carrucole e varie contro-leve, permettono una serie pr

essochè inesauribile di esercizi. L'attrito fornito da molle di diversa consistenza permette un graduale e modulabile controllo sugli esercizi. In fondo all'atrezzo è posto un poggia piedi regolabile, grazie al quale è possibile regolare l'angolazione delle gambe e del corpo. I vari protocolli operativi previsti con questo atrezzo prevedono esercizi da sdraiati, in piedi, seduti, supini, verticalizzati a testa in giù e dì equilibrio. Il reformer è il macchinario ideale per eventuali casi clinici di riabilitazione (ginocchia, spalle, schiena) poichè applica esercitazioni semi-isometriche defnite a "catena chiusa".

 

la Cadillac

La Cadillac è sostanzialmente un reformer con inseriti tubi, trapezi e appigli vari che, attraverso svariate prese e posizioni, consente l'esecuzione di una moltitudine pressocché infinita di esercizi. Il lavoro eseguito su questo macchinario è di tipo isometrico, semi-isometrico e propriocettivo. Anche qui, come nel reformer, le molle sono regolabili consentendo resistenze modulabili sul soggetto stesso. Questo strumento, fu progettato per sviluppare, attraverso sollecitazioni propriocettive (vedi P.N.F. e stretching dinamico e terapeutico), le capacità elastiche della schiena attraverso lo scarico della forza di gravità. Negli anni '30, in Germania, nacque appunto il P.N.F. Questo attrezzo ne una delle tangibili testimonianze.

 

la Chair

La Chair (sedia) è un atrezzo particolarmente adatto allo sviluppo della forza e della parte superiore del corpo. Preferito dalla parte maschile degli appassionati di Pilates. Si tratta di una sorta di sgabello con ai lati due maniglie prolungate verso l'alto. Sotto al sedile possono prendere posto anche una serie di molle che servono per il rafforzamento degli arti inferiori.

la Barrel

La barrel è un atrezzo multi funzionale e pratico. essa trae origine da due oggetti di uso comune: la sedia e la spalliera. E' appunto l'abbinamento di questi due semplici atrezzi che consente una varietà notevole di esercizi. Ottimo per la riabilitazione del rachide e per tutti i tipi di patologie (scoliosi, cifosi, lordosi, cervicalgie).

 

la Ball
(palla terapeutica)

La palla terapeutica (detta anche palla svizzera per le sue origini) sta ottenendo sempre più la giusta considerazione che merita all'interno dei metodi Pilates e Natural Tonic®. Attraverso quest'atrezzo è possibile fare tutto, dalla riabilitativa ambulatoriale alla pre-atletica e pre acrobatica. Nella struttura del maestro Peluso tale atrezzo è portato ai massimi livelli sì d'impegno ma anche di divertimento puro.

 

i Micro Atrezzi

Sono svariati i piccoli atrezzi utilizzati nella scuola bolognese: palloni di varia grandezza, Ring Toner (o Magic Ring), Roller (cilindri), elastici di varia lunghezza e consistenza. Tutti questi atrezzi, contribuiscono, se utilizzati ad arte, al raggiungimento di determinati obiettivi e sviluppo di specifiche capacità biomeccaniche. Forza, equilibrio, resistenza, agilità sono solo alcune caratteristiche che è possibile sollecitare attraverso questi piccoli "gioiellini" alla portata di tutti. Tali micro-atrezzature sono l'ideale per fasi riabilitative, post operatorie e pregnancy.

 

lo studio di Hubertus Pilates a New York

video fotografie

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di offrirvi la migliore esperienza di navigazione possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Tutti i dettagli relativi l'utilizzo dei cookie sono consultabili al seguente link Privacy Policy.

Accetto cookie